LA politica

Cisterna – Di Cori(FI): “Coalizione di centro destra oltre il 40%”

Più 4% rispetto la media nazionale; primo partito della coalizione alle regionali; Pino Simeone primo degli eletti nella provincia di Latina. Si affida ai numeri il commissario cittadino di Forza Italia, Pierluigi Di Cori, per commentare il voto dello scorso 4 marzo. “Cisterna si conferma città di centro destra – commenta – Con oltre il 40% siamo la prima coalizione, a testimonianza della recettività di Cisterna alle storiche battaglie contro l’oppressione fiscale e burocratica da sempre portate avanti. In pochi messi abbiamo contribuito a dare nuova linfa al movimento azzurro. Grazie all’impegno di tutti i consiglieri comunali uscenti, dell’ex sindaco Antonello Merolla, e di Federica Felicetti, del movimento giovanile, stiamo ponendo le basi per un nuovo radicamento di Forza Italia a Cisterna, anche in vista delle elezioni amministrative, previste per il prossimo maggio.” Dal voto emerge chiaramente la voglia di centro destra presente in città. “E’ vero c’è anche molto malcontento- afferma Di Cori – e questo ha spinto tanti concittadini ad affidarsi al Movimento Cinque Stelle. Comprendiamo il disagio, la rabbia e la frustrazione di chi si sente escluso e tagliato fuori da tutto. Dobbiamo essere chiari, però, che le risposte non sono nel facile assistenzialismo o nel rifiuto della modernità. Solo lo sviluppo economico ed il progresso possono portare ad un benessere che sia diffuso tra le persone e non bene esclusivo di una piccola elitè”. Per questo ci vuole una coalizione di centrodestra, in grado di rilanciare il Paese sia a livello nazionale che locale. “Siamo sicuri di poter fare questo, grazie anche al contributo che potrà darci il super riconfermato consigliere reginale, Pino Simeone, “faro” della provincia pontina alla Pisana e recordman di preferenze con oltre 12.000 voti personali”. Forza Italia può contribuire a scrivere pagine importanti per la vita politica di Cisterna. Per questo Di Cori lancia un appello. “Mi rivolgo – conclude – a tutti i cittadini di buona volontà, ai riformatori delusi rifugiatisi nell’astensionismo, a tutti i piccoli e grandi eroi che ogni giorno lottano sul posto di lavoro, nell’associazionismo, nel volontariato, contribuendo al benessere collettivo. Ricostruiamo Cisterna; abbiamo le idee e la capacità: facciamolo insieme.”











Ultime Notizie

To Top