LA cronaca

Cisterna – E’ Luigi Capasso l’appuntato che ha sparato alla moglie e tiene in ostaggio le figlie in casa

Si tratta di Luigi Capasso, 44 anni originario di Caserta, l’appuntato dei carabinieri che questa mattina alle 5 avrebbe sparato tre colpi di pistola contro la moglie che ora è ricoverata in gravi condizioni presso il San Camillo di Roma. L’uomo, in servizio a Velletri ma da sempre residente a Cisterna in questo momento è barricato in casa nella zona di Collina dei Pini, con se le due figlie di 8 e 14 anni, sembrerebbe che qualche minuto fa sia entrata nell’appartamento protetta da un giubbotto antiproiettile la mamma del Capasso. Intorno alle 9.15 di questa mattina dalla zona è partita un’ambulanza della croce bianca, non si sa chi ci fosse a bordo, si esclude comunque che ci sia una delle figlie. Nel frattempo sul balcone dell’appartamento accanto a quello dove l’uomo si è barricato con le figlie sono presenti i militari che cercano di portare a termine la mediazione con il loro collega.

“Litigavano molto spesso, si sono lasciati ad Agosto – questo il racconto di un amico della coppia – lui ormai si era trasferito di stanza nella caserma di Velletri, lei non ne voleva sapere più nulla, questa mattina come gli altri giorni si era alzata per recarsi in fabbrica a Cisterna dove lavora come operai, alcuni testimoni raccontano che si siano sentiti prima tre spari provenire dai garage della palazzina e poi altri due all’interno dell’appartamento”. Nel frattempo è stata staccata la fornitura di gas nell’appartamento.











Le Più Lette

To Top