LA politica

Cisterna – Di Cori (FI): “Oltre le appartenenze partitiche per la Cisterna-Valmontone”

Andare oltre le appartenenze partitiche e lavorare per il bene di Cisterna. Vola alto il coordinatore cittadino di Forza Italia, Pier Luigi Di Cori, all’indomani della risposta positiva del Pd di Cisterna circa l’appello a favore dell’Autostrada Roma Latina e della bretella Cisterna Valmontone, lanciato negli scorsi giorni dal forzista. “Su questo argomento così importante- afferma Di Cori – dobbiamo andare oltre le appartenenze partitiche. La scorsa settimana le più importanti associazioni di categoria, da Unindustria ai sindacati confederali all’UGl, hanno siglato un protocollo d’intesa per sostenere la realizzazione di questa importante opera viaria. Lo schema che vorrei applicare è il medesimo. Stante l’impossibilità del consiglio comunale di riunirsi, propongo di aprire un tavolo permanente con tutte le forze politiche della città favorevoli alla realizzazione dell’opera.” In attesa della discussione di merito con cui il Consiglio di Stato valuterà il ricorso presentato dalla Salini Impregilo contro la ditta aggiudicataria, la Sis, è fondamentale riuscire ad intraprendere ogni azione utile per fare pressione e rappresentare le esigenze della comunità di Cisterna. “Come forze politiche della città- continua Di Cori – dobbiamo dare vigore alle istanze dei nostri cittadini. Dobbiamo andare oltre lo stallo e fare blocco comune per far capire che senza il collegamento con Roma e con l’autostrada condanniamo i nostri lavoratori e le nostre imprese a non avere futuro, o, comunque, ad averlo molto più complicato”. “Il segretario cittadino del Pd, Santilli- continua Di Cori – ha fatto chiarezza schierando il suo partito a sostegno dell’opera e sconfessando i suoi alleati di Liberi e Uguali, che proprio del blocco dell’autostrada avevano fatto un punto qualificante del loro sostegno al candidato alla presidenza della Regione, Zingaretti. Chiarito questo punto andiamo avanti. Forza Italia è pronta al dialogo con tutte le forze politiche della città favorevoli, senza se e senza ma, alla conclusione positiva del ricorso al Consiglio di Stato. Per questo rilancio il mio appello a dare luogo ad un “tavolo di pressione” permanente con tutti i partiti che ci staranno, anche prima delle Regionali del 4 marzo.”











Ultime Notizie

To Top