LA scuola

Cisterna – Nuovo furto di gasolio presso la scuola di Isolabella

Lezioni al freddo per i bambini della scuola di Isolabella, dove questa mattina il personale dell’Istituto ha iniziato la giornata con la spiacevole scoperta, solo ieri erano stati scaricati 1000 litri di gasolio. L’ennesimo furto di carburante che era necessario per scaldare le aule in questi giorni di freddo polare. I ladri non si sono fermati neanche davanti alle notizie climatiche avverse che annunciano un improvviso abbassamento delle temperature anche nella città di Cisterna. Non è la prima volta che succede, così il Comitato di Quartiere ha immediatamente deliberato uno stanziamento di fondi per installare videocamere a circuito chiuso ed un collegamento internet.
“In questi anni – dichiara il presidente del comitato di quartiere Isolabella e Olmobello, Stefano Ferrara – i nostri sforzi sono stati sempre impiegati per fare in modo che la scuola del nostro quartiere non fosse solo luogo di studio ma anche punto di aggregazione e condivisione di progetti extra scolastici. Nasce così il Biocamp, un servizio di colonia estiva aperta a tutti gli iscritti e i parenti presso il plesso di Isolabella e l’istallazione del Bio bibliobus, una biblioteca mobile istallata su un bus dismesso. Oggi però il comitato purtroppo dovrà riunirsi non per programmare lo stanziamento di fondi atti allo svolgimento della nuova colonia estiva ma per una eventuale installazione di videocamere per garantire sicurezza al plesso. Anche un altro progetto portato avanti dal vicepresidente Cristian Ciriaci purtroppo potrà subire alcune variazioni”.
“Quest’anno lascerò la carica di vicepresidente – esordisce così Cristian Ciriaci – perché la mia volontà è quella di impegnarmi politicamente e quindi essere più vicino al Comitato. L’istituto di Isolabella è la scuola della mia infanzia quartiere dove vive tutta la mia famiglia, il regalo più grande che avrei potuto donare a tutta la comunità sarebbe stato proprio quello di portare a termine un progetto a cui ci stavo lavorando da più di un anno: la realizzazione di una tettoia all’ingresso della scuola e la conversione dell’Istituto ad una vera e propria bioscuola. Purtroppo però, oggi ci riuniremo solo per togliere parte dei fondi che avremo ottenuto attraverso sponsor benefattori per garantire un minimo di sicurezza e deterrenza per male intenzionati. Purtroppo il furto di gasolio non è un fatto isolato ma comincia ad essere una routine, per cui come da buon padre di famiglia penso che bisogna affrontare i problemi passo passo dando alcune priorità, oggi la sicurezza della scuola è dei nostri bambini sarà il primo è l’unico punto di discussione. Però il mio progetto della realizzazione di una copertura del piazzale della scuola, in modo da garantire un facile accesso tutti gli alunni e i genitori durante i mesi invernali e piovosi, resterà un impegno che porterò a termine”.
Nei prossimi giorni il comitato invierà al comune la richiesta di installazione di videocamere a circuito chiuso e l’attivazione della linea internet, verranno utilizzati fondi dell’associazione con l’aiuto di sponsor e benefattori.











Ultime Notizie

To Top