LA sociale

Cisterna, market banco alimentare a rischio chiusura

A distanza di 6 mesi sta per chiudere i battenti per mancanza di fondi il banco alimentare di Cisterna. Nella giornata del 23 dicembre infatti c’è stata la giornata di chiusura del market solidale, a cura dell’associazione Ipf405 Onlus di Cisterna. Prevista una mega distribuzione, che comprendeva anche i prodotti della colletta del banco alimentare di novembre. Il programma è iniziato alle 10.30, con qualche minuto di raccoglimento. Subito dopo, i bambini delle famiglie che hanno partecipato hanno ricevuto dei piccoli doni e un sacchettino con caramelle e cioccolatini, e subito dopo c’è stata la distribuzione con la collaborazione della protezione civile Zappaterreni.
«La distribuzione è continuata nel pomeriggio – fanno sapere dall’Onlus – poiché ormai abbiamo raggiunto 130 famiglie indigenti, e determinerà purtroppo anche, come aveva già preannunciato il presidente, la chiusura del market che avverrà il 31 dicembre, per mancanza di fondi».
E si perché il progetto sta per finire per mancanza di fondi. Sembra lontano un secolo quel 23 luglio, quando sindaco Della Penna e assessore al welfare Ianiri presienziavano orgogliosi all’aperta della sede nel quartiere di San Valentino. A distanza qualche mese il tutto è svanito. Da quanto si apprende dal presidente dell’Ipf405 Mario Rosmelli, i volontari si erano già mossi due mesi fa, inviando una Pec al Comune, con rassicurazioni sull’imminente futuro senza avere però risposta. Insomma quelle rassicurazioni e promesse prese dall’amministrazione a luglio sono state disattese ben prima del terremoto dell’operazione Touchdown.
E se il 23 dicembre è stato l’ultimo giorno del market solidale, il vero paradosso sta nel bando pubblicato qualche giorno fa dal comune sulla consegna di alimenti alle famiglie indigenti. In via Zanella regna una gran confusione che rischia di pesare ancora una volta sulla parte debole della cittadinanza.











Le Più Lette

To Top