LA sociale

Cori – Intervento del sindaco in merito agli immigrati e l’attività di RSA

In questi giorni ha Cori e non solo, non si è paralto d’altro, della foto diventata virale riguardo il lavoro svolto da un gruppo di immigrati e dell’attività di Rsa. Il sindaco De Lillis è intervenuto sulle due questioni con un post sulla sua pagina Facebook.

“Mi preme chiarire due questioni.
La prima riguarda una foto pubblicata alcuni giorni fa, nella quale si vedevano i ragazzi stranieri della cooperativa Quadrifoglio pulire una zona del paese.
L’immagine ritraeva due ragazzi a lavoro e due seduti.Ciò ha alimentato diverse polemiche. Mi sento quindi in dovere di spiegare innanzitutto, che queste persone non vengono RETRIBUITE, ma prestano un servizio VOLONTARIO, secondo quanto stabilito dalla Convenzione tra il Comune e la Prefettura di Latina.
Sono profondamente rammaricato del fatto che questa immagine non renda giustizia al lavoro svolto da questi ragazzi nel nostro Comune. Hanno pulito infatti la zona artigianale di Cori, il giardino in Via Arboreto, il Cimitero e altri luoghi della città.
Sento inoltre il dovere di precisare che i due ragazzi seduti , non avrebbero potuto far altro, dal momento che il gruppo aveva a disposizione solo 2 decespugliatori.
Chi apparentemente stava guardando il lavoro altrui, era invece in attesa che questo venisse terminato, per procedere alla raccolta dell’erba tagliata.
Quindi, quando non si è pienamente informati sulla realtà delle cose, sarebbe il caso, a mio avviso, di evitare giudizi che possono alimentare una mentalità discriminatoria e razzista.
La seconda questione riguarda la vicenda della possibile chiusura della RSA sita in Via Valle Suggatti.
La struttura sta attraversando un momento di difficoltà, difficoltà esclusivamente di carattere finanziario.
La società è infatti in attesa che la Regione stanzi i finanziamenti per l’attività della RSA, sia per il 2018 che per il 2019.
In attesa di ciò, la ASL ha dovuto sospendere l’invio dei pazienti e le rivalutazioni di quelli già ricoverati.
Questo purtroppo porta fisiologicamente allo svuotarsi della struttura ,con conseguente ricaduta sul livello occupazionale.
Oggi, quindi, l’unica soluzione è che la Regione provveda a stanziare tali risorse.
Quando ho avuto contezza della reale problematica, mi sono immediatamente attivato, coinvolgendo le autorità competenti, in primis l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, il quale ha dato importanti garanzie per il mantenimento della struttura.
Vi terrò aggiornati sull’evoluzione della vicenda .
Un saluto a tutti”

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Le Più Lette

LA NOTIZIA PONTINA Registrazione al Tribunale di Latina Nr.2 del 12/02/2018 Direttore responsabile: Daniele Ronci Proprietà: Blues Eventi srls - corso della Repubblica 270 - Cisterna di Latina info: redazione@lanotiziapontina.it

Copyright © 2018 La Notizia Pontina

To Top